GLI ANTIBIOTICI NATURALI

Gli antibiotici di origine naturale sono sostanze contenute naturalemente nelle piante officinali , usate a loro volta per difendersi dalle aggressioni di organismi, come batteri, virus e funghi, che possono recar danno alla pianta stessa.

Questi agiscono nell’organismo rinforzando il sistema immunitario, senza indebolirlo come fa invece un antibiotico chimico. Il fatto che vengano potenziate le difese immunitarie, permette al nostro organismo di essere più reattivo e di riuscire a debellare attacchi nemici, scacciando in questo modo il patogeno pericoloso.

Vediamo quali sono i 5 antibiotici più potenti che la natura ci mette a disposizione.

AGLIO

E’ uno dei rimedi più antichi usati dalle popolazioni primitive nella medicina popolare. Il suo odore pungente si deve alla presenza di allicina che, a parte causare problemi di alitosi, è un potente antibiotico.

L’aglio rinforza il sistema immunitario e fra le sue attività spiccano quelle antibatteriche e vermifughe. Ha inoltre capacità di regolare i trigliceridi, il colesterolo e la pressione sanguigna.

L’uso dell’aglio come antibiotico può essere indicato nei casi in cui la flora batterica sia stata danneggiata da assunzione di cure precedenti: oltre a non attaccare i batteri della flora batterica, la aiuta a ripopolarsi.

ESTRATTO DI SEMI DI POMPELMO

I semi di pompemo hanno azione antibiotica e sono molto efficaci contro i batteri, ma anche contro i parassiti, virus e funghi. Anche i semi di pompelmo rispettano la flora batterica intestinale, senza danneggiarla. L’estratto ha anche azione antiossidante, utile quindi per combattere i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento. In alcune persone può causare irritazione intestinale, che tende a scomparire con la sospensione dell’estratto.

PROPOLI

La propoli è un mix di resine raccolte dalle api, “lavorate” dalla loro secrezione digestiva, che contiene degli enzimi in grado di estrarre dalla resina le proprietà curative.

Il potere antibatterico, antivirale e antimicotico della propoli è stato messo in evidenza da quasi 2000 studi, che hanno sottolineato che questa sostanza è efficace contro numerosi microrganismi, oltre ad avere la capacità di rinforzare il sistema immunitario. Inoltre, stimola il timo, la ghiandola che controlla la secrezione ormonale durante la pubertà.

vanta inoltre azione antinfiammatoria, in grado di accellerare la guarigione delle ferite. La propoli è particolarmente efficace contro le malattie delle vie respiratorie, le infiammazioni della bocca, del tratto digerente, della pelle, delle vie urinarie e dell’apparato genitale oltre che di quello immunitario.

Andrebbe usata solo in caso di necessità e senza abusarne perchè può causare allergia.

TEA TREE

L’olio essenziale ricavato dalla Malaleuca Alternifolia è fra i più potenti che ci siano. La pianta è usata da sempre dagli aborigeni australiani per trattare tutte le infezioni cutanee dalle ferite alle punture di insetti. Era anche usato un impacco mescolato con della terra per curare le infiammazioni cutanee croniche o acute.

L’olio essenziale di tea tree è particolarmente indicato per acne e infiammazioni cutanee locali: lo si può applicare puro (basta 1 goccia sulla parte da trattare) spalmato con cotton fioc; herpes labiale, micosi delle unghie e piede d’atleta. In pediluvio è un ottimo rimedio per combattere i cattivi odori e la sudorazione eccessiva. Può essere utilizzato anche diluito nell’acqua come lavaggio esterno in caso di candida oppure come unguento, mescolato all’olio di oliva, da spalmare sulla schiena per calmare tosse e bronchite.

TIMO

Già dal Medioevo veniva utilizzato per eliminare i parassiti, per il mal di testa, per alleviare i dolori reumatici, per le affezioni delle alte vie respiratorie.

In effetti il suo olio essenziale ha proprietà balsamiche e antisettiche, che agiscono positivamente sulle infezioni respiratorie. i componenti principali a cui si deve l’attività antibatterica sono timolo e carvacrolo, che hanno potere battericida.

Importante, per la scelta dell’olio essenziale di timo, è controllare il chemiotipo:

  • timolo: azione antibatterica più potente, adatto per le malattie infettive. Non va mai applicato puro su pelle e mucose perchè è molto irritante;
  • linalolo: effetti antisettici molto meno marcati rispetto al precedentened è particolarmente indicato per la cura naturale della Candida albicans e gli stafilococchi;
  • tujanolo: questo chemiotipo è immunostimolante e non irrita la pelle. I suoi effetti antivirali sono efficaci contro influenza e bronchiti;
  • geraniolo: ha azione contro batteri, virus e funghi ed è in grado di calmare il sistema nervoso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: