La tazza piena

Il maestro Zen e la tazza piena di te al professore

Questa storia insegna quanto sia fondamentale svuotare la propria mente da interferenze, banalità, pensieri ricorrenti per ricreare uno spazio di vuoto potenziale, come terreno fertile di rinnovamento

Tempo fa un saggio maestro giapponese ricevette la visita di un filosofo che era andato da lui per essere illuminato in merito all’antica filosofia Zen.

Il maestro lo fece accomodare in casa sua e dopo che furono seduti gli servì il tè. Egli versò la bevanda fino a riempire la ciotola e la porse al suo ospite, ma il professore rifiutò dicendo non era venuto per sete d’acqua ma per sete di sapere. Allora il maestro riprese a versare il tè nella tazza che era già piena. Il professore guardava perplesso la tazza traboccare fino a quando non riuscì più a trattenersi e concitato disse: “ma è troppo piena. Non vede che non ne entra più?

Il sapiente maestro gli rispose: “come questa ciotola anche voi siete pieno delle vostre opinioni e convinzioni. Come posso mostrarvi la saggezza Zen se prima non svuotate la vostra mente?

Se ti è piaciuto l’articolo, vuoi approfondirlo o riportare la tua testimonianza, contattami tramite l’indirizzo mail: info@lessenziale.org

Se pensi che questo articolo possa essere utile a qualche tuo amico condividi l’articolo nei social taggando la persona a cui potrebbe interessare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: